Cosa vedere a Bogotà in Colombia
03.06.2022

La Colombia, dove si trova Bogotà, è uno dei paesi più a nord del Sud America. È un paese che affaccia sia sull’Oceano Atlantico che su quello Adriatico. Confina con Panama e il Brasile, e ne condivide la natura incontaminata e verdeggiante, unita a una fauna ricca di colori, rarissima e preziosa, protetta dal governo. Bogotá, la capitale, è una città dai mille volti, eclettica e seducente, che negli ultimi anni è tornata alla ribalta grazie a molte iniziative culturali e artistiche. È una città che conserva intatte le proprie tradizioni, ma guarda al futuro con fiducia e speranza; è, inoltre, ricca di contrasti: dalle strade più moderne e alti palazzi a quartieri ricchi di natura, quasi di campagna, estranei al resto del mondo e sospesi nel tempo; tutto questo perché sorge, in parte, sulle pendici della montagna di Monserrate – da cui, tra l’altro, si può godere di un panorama incredibile. Natura e grandi spazi, dunque, si alternano a modernità e urbanizzazione. Un paese che può incantare ed emozionare dove ogni viaggiatore è particolarmente accetto e benvoluto in città, perché simboleggia il cambiamento in positivo di tutto il paese. 

La Candelaria

Bogotà è davvero gigantesca, divisa in una ventina di quartieri diversi. Quelli più storici sono ai piedi della montagna, come quello de La Candelaria. Qui le case in stile coloniale sono ben conservate, e si respira un’atmosfera culturale e artistica di tutto rispetto. A Plaza Bolivar potrai immergerti nella vita quotidiana della Colombia e visitare la cattedrale. Potrai passeggiare per le stradine più strette e tuffarti nella città, scoprendone i vicoli nascosti e ammirando scorci incredibili, soprattutto grazie ai numerosi e coloratissimi murales che la animano. Qui i graffiti sono legali, e ci sono artisti di tutto il mondo che arrivano in Colombia apposta per disegnare qualcosa, rendendola pian piano un museo a cielo aperto. Ci sono anche artisti di strada che organizzano passeggiate coi turisti verso le opere d’arte più belle.  

I musei

A Bogotà troverai anche un museo dedicato al celebre artista colombiano Botero, e il Museo dell’Oro, che conserva e protegge manufatti d’oro dell’epoca precolombiana. Il Museo dell’Oro di Bogotà è il museo più popolare della città, e forse anche uno dei più interessanti. Al suo interno ospita più di 30.000 pezzi d’oro divisi su tre piani, dove potrai camminare tra i manufatti delle culture preispaniche della Colombia. Gioielli, maschere, ciotole, offerte agli dèi e armature: un tesoro inestimabile non solo per la preziosità dell’oro, ma anche per la ricchezza dei dettagli e dell’aspetto spirituale di ogni manufatto. Un altro museo da non perdere a Bogotà è quello dedicato a Fernando Botero. L’eclettico artista, famoso per il suo modo di ritrarre soggetti paffuti e dalle forme voluttuose, era infatti originario di Medellín. Il Museo Botero di Bogotà si trova in una bella casa coloniale ristrutturata con un cortile interno. La meta ideale per approfondire la vita e la storia di uno degli artisti colombiani più famosi al mondo.  

Il santuario di Monserrate

Il quartiere di Chapinero è uno dei più moderni e all’avanguardia, mentre in quello di Usaquén potrai ammirare la tipica architettura coloniale, visitare l’antico e popolare mercato delle pulci e, se sei fortunato, incontrare i campesinos e i lama di montagna con cui trasportano la merce. Se volete ammirare il tutto dall’alto potrai visitare il Santuario di Monserrate, costruito sulle pendici dell’omonima montagna. Questa chiesetta bianca sulla cima del Cerro Monserrate è un piccolo gioiello, ma il vero spettacolo è il paesaggio della città dall’alto. La camminata è un po’ lunga, quindi bisogna ricordarsi di portarsi acqua e cappellino, oltre a vestirsi in modo comodo e adatto a una lunga camminata. La vista, però, ripaga la fatica. Se c’è una cosa da fare a Bogotà è proprio questa lunga salita verso uno dei panorami più affascinanti della Colombia.