Toda beleza

15.09.2021
Indice

Per i brasiliani ‘beleza’ è un termine frequente, perché è di casa e la si può incontrare ad ogni angolo, così come la saudade, ovvero la nostalgia, la struggente presenza di un’assenza. Passare dalle favelas di Rio alla foresta amazzonica, dalle architetture barocche di Bahia alle cascate dell’Iguazù: un viaggio per toccare con mano i diversi volti della bellezza brasiliana.

Rio, al suono di bossanova

Travolgente e controversa, Rio de Janeiro è la seconda città del Brasile per grandezza. Famosa per le sterminate spiagge di Copacabana e Ipanema e per l’unica foresta tropicale al mondo all’interno di un centro urbano, Rio è un universo in espansione, capace di adattarsi alle novità del presente, senza mai snaturarsi; ha il sound della bossanova, il ballo nel sangue e uno stile di vita improntato al relax e al divertimento.

Da non perdere

 

  • Il panorama dal Pan di Zucchero. Un’escursione in teleferica al monte che si erge sulla Baia di Guanabara con sosta al Morro di Urca.
  • La statua del Cristo Redentor, simbolo della città. Ci si arriva con un’escursione in jeep al monte Corcovado passando attraverso la foresta di Tijuca, la più grande foresta urbana del mondo.
  • La Rocinha, una delle più grandi favelas di Rio. Un disordinato insieme di case e baracche che rappresenta appieno il jeitinho, ovvero l’arte di arrangiarsi.

 

Le cascate di Iguazù

Non rimane che trattenere il fiato davanti alla grandezza e alla potenza delle Cascate di Iguazú: una delle più affascinanti meraviglie naturalistiche del Sud America. Dislocate tra la provincia di Misiones e lo stato brasiliano del Paranà, queste enormi cascate (circa 275 salti) nascono dal tumultuoso incontro tra i fiumi Rio Paranà e Rio Iguaçu. Tutto il complesso è grande circa 2,7 km di scenari mozzafiato e cascate che mediamente raggiungono i 65 metri di dislivello. Da non perdere:

  • Il lato argentino. Si può percorrere un sentiero che attraversa il Parque Nacional Iguazú e osservare le cascate attraverso ponti sospesi, terrazze e strapiombi che garantiscono una visuale adrenalinica, come la vista della Garganta del Diablo, la cascata più impressionante di tutto il complesso, alta 150 metri.
  • Il lato brasiliano. Sebbene la maggior parte dei salti d’acqua si trovino in territorio argentino, il lato brasiliano offre una visuale frontale di grande impatto.