Turisanda
In un viaggio negli Stati Uniti: parchi naturali e panorami mozzafiato
19.09.2021

I parchi naturali d'America non offrono solo panorami mozzafiato ma anche l'occasione di conoscere nuove splendide piante e fiori rari di eccezionale bellezza. Un viaggio fra i gioielli più belli di una natura incontaminata. Ho avuto da sempre un debole per i fiori e le piante particolari e l'idea di un viaggio negli Stati Uniti, fra i suoi parci più famosi, mi ha subito entusiasmato. Il contatto diretto con la natura per me è ogni volta un'emozione nuova, soprattutto in posti dove è riuscita a dare il meglio di sé!

Gli alberi di Giosuè

In foto sono singolari, e dal vivo sono straordinari. I famosi Joshua tree, come ho letto sulla guida, fanno parte della famiglia della yucca e crescono esclusivamente in questa zona. Sto parlando dello Joshua Tree National Park, la riserva naturale californiana istituita nel 1936 quasi esclusivamente per conservare questa stranissima specie vegetale. Come descriverli? Forse l'origine del nome ne dà l'immagine migliore: i viaggiatori mormoni che attraversarono per la prima volta queste terre riarse lo chiamarono così quando videro i suoi rami ritorti, e li paragonarono alle braccia di Giosuè, alzate verso il cielo in segno di supplica. Curiosamente antropomorfi, buffi e spinosi, sicuramente riescono ad essere biblici nell'altezza (fino a nove metri) e nell'età (alcuni esemplari hanno raggiunto i 1000 anni!).

Giganti fra gli alberi e le montagne

La California è un tesoro di paesaggi straordinariamente diversi. Proseguendo nel mio viaggio negli Stati Uniti all'insegna della natura, sono approdata al Sequoia National Park, dove la scoperta di questi giganti dei boschi mi ha colto di sorpresa. La zona dove si trovano le sequoie, infatti, è abbastanza circoscritta all'interno della foresta e completamente distinta dalla vegetazione circostante. All'improvviso, mi sono trovata a passare con la macchina ai piedi di alberi immensi di cui, dal parabrezza, non riuscivo a vedere la cima. É stata necessaria una passeggiata a piedi per rendermi conto delle proporzioni straordinarie di queste piante, il cui tronco, al tatto, mi è sembrato stranamente soffice. Foto irrinunciabile: quella alla base del Generale Sherman, nota anche come la pianta più grande della Terra.