Siamo a tua disposizione dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 19:00
Oppure ti chiamiamo noi
Scegli tu il giorno e l’ora che preferisci.

Santorini: gli scavi di Akrotiri, cosa vedere e curiosità

29.08.2022
Indice

Santorini è una delle isole più amate e ambite per un viaggio in Grecia: le sue splendide spiagge e il caratteristico panorama delle casette bianche arroccate, costruite a picco sul mare, è fra i più iconici della Grecia. Tuttavia, bisogna ricordare che Santorini non è solo mare e divertimenti, e che custodisce anche uno dei siti archeologici più belli di tutta la Grecia. La città preistorica di Akrotiri è una delle mete più affascinanti del paese, e non può mancare nel tuo itinerario alla scoperta della storia greca. Una visita in questo luogo storico ti lascerà carichi di meraviglie. Ecco qualche consiglio su cosa vedere ad Akrotiri, l’anima leggendaria di Santorini.

La “Pompei greca” 

Akrotiri, per certi versi, è molto simile alle rovine della leggendaria città di Pompei, al punto da essere definita dai più come la “Pompei greca”. Akrotiri, infatti, fu ricoperta da uno strato di trenta metri di cenere e pomice, cosa che ha contribuito alla sua eccezionale conservazione. La differenza principale sta nella mancanza di resti umani, dovuto forse al fatto che la città ebbe segnali sufficienti per essere abbandonata prima dell’eruzione vulcanica: di fatto, al momento della sua distruzione, Akrotiri era vuota. I suoi bei palazzi sono stati cristallizzati nel tempo. Doveva essere una città enorme tenendo anche conto che, ad oggi, solo il 5% della città è stato riportato alla luce. Si può camminare fra le sue stradine e edifici storici grazie ad un complesso sistema di passerelle che ti permetteranno di immergerti appieno nell’atmosfera solenne di questa città straordinaria, che sembra sospesa nel tempo.

La struttura della città 

Ancora oggi è sorprendente scoprire quanto Akrotiri fosse bella e moderna: le strutture all’avanguardia la rendevano una città particolarmente florida e popolata, mentre le splendide decorazioni raccontano di una popolazione giovane e audace, ricca di poesia e bellezza. Ci sono molti edifici diversi per struttura e dimensioni, strade e una rete fognaria fra le migliori della sua epoca. L'edificio più grande è alto tre piani, ed è finemente decorato da alcuni suggestivi affreschi. Il più bello e famoso è quello che decora le scale dell’ingresso: ai lati sono dipinte delle figure maschili che salgono le scale. Akrotiri è ricca di affreschi eccezionali, fra gli esemplari meglio conservati della pittura muraria dell’antichità. Fra i più famosi ci sono il fregio della flotta, l’affresco dei pescatori e quello dei giovani pugili; lo straordinario affresco delle scimmie blu e quello delle raccoglitrici di zafferano ti stupiranno per la ricchezza dei dettagli e i colori brillanti. Altri straordinari resti sono protetti e conservati al vicino museo di Fira, o al Museo Nazionale di Atene.

La città 

A Santorini c’è anche una Akrotiri moderna, che sorge a poca distanza dal sito archeologico. Tra le cose da vedere in città c’è il suo faro, costruito sulla cima di un'alta scogliera a picco sul mare. Si trova a 5 chilometri dal centro del villaggio ed è una delle destinazioni meno inflazionate e più romantiche dell’isola. Santorini è famosa soprattutto per i suoi spettacolari tramonti, che molti ammirano dalle casette bianche e blu tipiche dell’isola. Anche dal Faro di Akrotiri si può ammirare un tramonto spettacolare, in una location ancora poco nota e molto affascinante. Potrai sederti sulle mura esterne o sulle rocce circostanti – il territorio che circonda il faro è selvaggio – e ammirare il sole che pian piano tinge il cielo e il mare di rosso. Il luogo perfetto per concludere in bellezza la tua esperienza alla scoperta di Akrotiri.